L’approccio Ayurvedico per trattare l’Osteoartrite

L’osteoartrite, Sandigata Vata in ayurveda, è una condizione cronica delle articolazioni in cui la cartilagine, che protegge le estremità delle ossa, perde gradualmente la sua elasticità e si consuma; senza la protezione offerta dalla cartilagine, le ossa iniziano a sfregare l’una contro l’altra, causando rigidità, infiammazione e perdita di movimento.

Quali sono le cause dellosteoartrite?

Diversi fattori sono stati identificati nello sviluppo e nel decorso di questa patologia; i principali sono infiammazione, squilibri biomeccanici che mettono sotto stress le articolazioni e disturbi cellulari che portano alla rottura anormale della cartilagine.

I sintomi dell’osteoartrite

L’osteoartrite è la forma più comune di artrite, con sintomi che vanno dal lieve disagio alla debilitazione.
I sintomi più comuni dell’osteoartrite includono:

  • dolore durante il movimento articolare;
  • rigidità articolare dopo un periodo di inattività, come al mattino o dopo essere stati seduti a lungo, seguito da uno scricchiolio durante il movimento articolare, insieme al dolore;
  • debolezza muscolare;
  • gonfiore alle articolazioni;
  • articolazioni deformate, che iniziano a sembrare storte o deformi;
  • raggio di movimento ridotto.

L’osteoartrite può verificarsi in qualsiasi articolazione del corpo, ma il più delle volte si sviluppa nelle mani e nelle articolazioni portanti, comprese le ginocchia, i fianchi e la colonna vertebrale (interessando solitamente il collo o la parte bassa della schiena).
Le persone che affrontano l’osteoartrite subiscono effetti non sono solo fisici, ma anche emotivi, poiché il dolore e la diminuzione della mobilità possono limitare la capacità di lavorare, partecipare alle attività quotidiane con amici e familiari e godersi la vita.

Approcci ayurvedici all’osteoartrite

L’Ayurveda si concentrata non solo sulla diagnosi strutturale tipica della medicina allopatica, ma considera anche i fattori causali come le funzioni fisiologiche, metaboliche, escretorie e mentali, lo stile di vita, le abitudini alimentari e altri fattori che portano alla formazione e al progresso dell’osteoartrite.
L’obiettivo ayurvedico del trattamento dell’osteoartrite non è solo controllarne i sintomi, ma anche prevenire la progressione della malattia, ridurre al minimo la disabilità, migliorare la qualità della vitacorreggere i suddetti fattori causali che portano alla sua formazione.
Per l’osteoartrite, l’Ayurveda prevede trattamenti basati sulla gravità e sugli stadi della malattia, da lieve a grave; il tipo di trattamento e la sua durata dipendono esclusivamente dalla gravità della malattia.

I trattamenti Ayurveda Purvakarma

ayurveda
I trattamenti Ayurveda Purvakarma rafforzano i muscoli, i legamenti e i tendini, ovvero i responsabili della stabilità articolare:

  • Abhyanga (terapia di oleazione) con oli medicati;
  • Udvartana, trattamento dimagrante e detossicante (il peso in eccesso è un fattore importante da tenere sotto controllo per questa patologia);
  • Kati Basti, trattamento ayurvedico alla schiena;
  • Janu Basti, trattamento l’osteoartrite nell’articolazione del ginocchio.
Per conoscere il trattamento maggiormente indicato per la tua condizione, contattami.

Trattamenti a base di erbe per il trattamento dell’artrite

Spezie ed erbe quali curcuma, ashwagandha, zenzero, triphala, guggulu e shatavari hanno proprietà antinfiammatorie e interferiscono con la produzione di sostanze chimiche infiammatorie nel corpo.

Per saperne di più sul loro utilizzo, ti invito a contattarmi.

I benefici della meditazione

Un principio importante nell’Ayurveda è il riconoscimento dell’importanza degli aspetti emotivi e spirituali della salute e della guarigione. La salute si ottiene equilibrando non solo il corpo, ma anche la mente e lo spirito; la meditazione fornisce un modo per raggiungere questo equilibrio.
La pratica della meditazione crea anche molti cambiamenti fisiologici, inclusa la riduzione dell’infiammazione nel corpo.
Uno studio fondamentale, condotto nel 1982, che mostra l’effetto benefico della meditazione sulla riduzione del dolore è stato condotto dal Dr. Jon Kabat-Zinn con un gruppo di pazienti affetti da dolore cronico. Dopo aver completato un programma di dieci settimane di meditazione consapevole, il 65% dei partecipanti ha mostrato una significativa riduzione dei livelli di dolore. Da allora, molti altri studi hanno confermato questi risultati.

I benefici della pratica regolare della meditazione

Attraverso la pratica regolare della meditazione, possiamo effettivamente cambiare il modo in cui la nostra mente percepisce il dolore.
La meditazione non toglie la sensazione di dolore, ma sviluppa la nostra capacità di osservazione distaccata, che ci aiuta a separare la nostra esperienza di sensazioni fisiche dalle storie dolorose e dalle emozioni che generiamo in reazione a quelle sensazioni.
Reazioni emotive come ansia, paura e depressione intensificano i sentimenti di dolore; la meditazione è un potente strumento per allenare la nostra mente a regolare le nostre emozioni, ridurre l’anticipazione del dolore e aumentare il rilassamento, oltre ad aiutarci ad affrontare lo stress associato alla convivenza con una condizione di dolore cronico.

Ti piacerebbe ricevere una consulenza personalizzata? Ti aspetto in uno dei miei studi ayurvedici

mail

iltempiodimurugan@gmail.com

phone

393 337 8495

Alberto Orlandi

 

Copyright © 2022 Media Service Italia SEO & Web Design by Media Service Italia. Hosted by Media Hosting Italia