In equilibrio durante le festività natalizie e…tutto l’anno

Il Natale è arrivato, con tutto il suo carico di pranzi, appuntamenti, viaggi e chi più ne ha più ne metta. Anche se spesso associamo le vacanze natalizie al riposo e alla spensieratezza, questo può essere uno dei periodi più stressanti dell’anno.

Emozioni salutari

Potrebbe capitare di vedere familiari o amici che non vediamo da un po’ di tempo, ritrovarci a trascorrere del tempo con persone con convinzioni e idee diverse dalle nostre o con cui abbiamo avuto difficoltà in passato, o potremmo anche non essere in grado di vedere le persone che amiamo a causa della distanza fisica o di altre circostanze.
Se guardiamo a questi fattori da una prospettiva spirituale, possiamo ammettere che spesso creiamo la nostra sofferenza non accettando ciò che è, resistendo al momento presente.
Le vacanze possono far emergere ricordi del passato, buoni e cattivi, che influiscono sul modo in cui viviamo il presente; se abbiamo avuto esperienze difficili o traumi nelle nostre relazioni familiari, questo periodo dell’anno può causare il riemergere di emozioni che speravamo di aver seppellito o se, all’opposto, ci piacerebbe far rivivere le emozioni positive che accompagnavano il periodo natalizio durante l’infanzia, potremmo stressarci per creare qualcosa che risponda quanto meglio alle aspettative, rischiando di imporle anche agli altri familiari e non vivendo consapevolmente la realtà che ci circonda.

Photo by Eugene Zhyvchik on Unsplash

Nell’ottica ayurvedica, tutti noi sperimentiamo le cose in modo diverso, a seconda del nostro dosha primario (e se siamo in equilibrio o meno).

  • I Vata, sensibili, amano connettersi con gli altri, ma possono ritrovarsi ad assorbire le emozioni e lo stress degli altri intorno a loro.
  • I Pitta sono i pianificatori ideali, ma tendono ad aspirare alla perfezione quando si tratta di organizzare pranzi, eventi aziendali o familiari e spesso sentono il bisogno di competere.
  • I Kapha, rilassati, possono divertirsi con gli altri come desiderare di evitare del tutto le interazioni sociali.

Mantenere le proprie emozioni in equilibrio durante le vacanze è possibile accettandole, e accettando ogni momento così com’è.

Riflessioni positive per la leggerezza dell’essere

Uno dei modi migliori per godersi le vacanze è cogliere l’occasione per riflettere sull’anno appena vissuto, che volge al termine.
Sebbene la nostra mente abbia la tendenza a ricordare le esperienze negative, possiamo coltivare la gratitudine per tutte le esperienze positive e creare una nuova prospettiva su quelle cose che percepiamo come negative; dopotutto, ogni esperienza ci dà qualche opportunità di crescita ed evoluzione, soprattutto quelle difficili.

“Siamo formati dai nostri pensieri. Noi diventiamo quello che pensiamo”.
-Buddha-

Da una prospettiva ayurvedica, il nostro linguaggio crea la nostra realtà; quello che ci raccontiamo della nostra esperienza modella la nostra esperienza.
È importante dedicarci del tempo di introspezione, prestando attenzione alle cose buone che ci accadono, le volte in cui proviamo gioia e pace e le volte in cui ci sentiamo connessi agli altri e al nostro io interiore.

Il mio augurio per voi

L’augurio più grande che sento di farvi dal profondo del mio cuore è l’invito a prendervi del tempo durante le festività natalizie, per riflettere su alcune esperienze che hanno portato gioia nell’ultimo anno.
Potrebbe essere qualcosa che avete osservato in Natura, un’esperienza divertente con la famiglia o gli amici, un pasto delizioso o qualsiasi altra cosa che vi abbia portato gioia.
Rendendo questa una pratica regolare inizieremo a creare una prospettiva più positiva sulle esperienze di vita vissute e sull’espansione di gioia e di pace nella vita quotidiana.

Namasté

Copyright © 2022 Media Service Italia SEO & Web Design by Media Service Italia. Hosted by Media Hosting Italia