Il neonato non dorme: soluzioni yoga e ayurvediche per favorire il sonno

Molti neonati riescono a dormire tranquillamente, è la prima cosa che fanno bene. Tuttavia, cause ambientali e luce del sole possono rendere difficile l’instaurarsi di una routine del sonno. L’ayurveda e lo yoga possono venire in aiuto di genitori stressati a causa delle poche ore di sonno.
I neonati iniziano a consolidare le loro abitudini di sonno nelle ore notturne durante i primi tre mesi di vita; entro sei mesi, dovrebbero dormire tutta la notte. Ma si sa, ogni bambino è a sé e spesso ci vuole più tempo per sviluppare una routine, quindi è ingiusto interpretare l’incapacità dei neonati di dormire soli come un fallimento del bambino o dei genitori.

Cosa possono fare i genitori?

Per sviluppare una routine di sonno regolare i genitori dovrebbero fare in modo di insegnare ai loro bambini ad associare la culla al sonno.
Per fare questo:

E’ bene non lasciare che un bambino si addormenti tra le braccia di mamma e papà

Se un bambino si addormenta coccolato tra le braccia amorevoli dei genitori e poi si sveglia nella sua culla, può essere disorientato e cercare ancora quelle braccia confortanti iniziando ad urlare o diventando pauroso di riaddormentarsi.

Imparare a cogliere i segnali di sonno del bambino

Sbadigli e sfregamento degli occhi sono segnali che il momento per mettere un bambino nella culla ancora sveglio ma sonnolente è arrivato. In questo modo, il bambino impara rapidamente, ad associare il letto con il sonno, costruendo la consapevolezza del dormire nella propria culla.
Il processo di formazione della routine del sonno di un bambino può richiedere giorni, a volte settimane. Se non si cerca di stabilire una routine regolare, i modelli di sonno irregolare possono persistere per anni.

Rilassare i bambini con il contatto fisico e lo yoga

I genitori possono anche aiutare i bambini a rilassarsi e prepararsi per dormire con delle ninne nanne e libri da leggere a bassa voce, preferibilmente cantando la stessa ninna nanna o leggendo la stessa storia ogni notte.
Inoltre è molto rilassante strofinare i palmi delle mani sopra il bambino per generare calore e amore, mettendo entrambe le mani sulle spalle del bambino e muovendole lentamente lungo tutto il corpo fino alla punta delle dita dei piedi.

Praticare il Baby yoga

I benefici del baby yoga sono molti; aiuta la digestione, lenisce le coliche del bambino, oltre ad alleviare l’irritabilità tipica del bambino, rende più forte il legame tra genitori e bambino e sostiene la naturale flessibilità del bambino dandogli una sensazione del proprio corpo fisico nello spazio.
Lo yoga deve fare parte di una routine quotidiana, magari subito dopo il bagno quando il corpo è caldo o appena prima di coricarsi.

Torsione della farfalla, una posa yoga per stimolare un sonno sereno

Mentre il bambino giace sul dorso, si deve toccare la pianta dei suoi piedi, quindi sollevare il corpo con una mano e spingere i piedi verso lo stomaco. Fare scorrere una mano sotto la spalla inferiore del bambino e ruotarlo delicatamente su un lato. Quindi ripetere sul lato opposto.

Ayurveda e sonno dei bambini

Non tutto il sonno dei bambini è uguale. È utile conoscere il dosha ayurvedico del bambino per comprendere le sue particolari tendenze del sonno.
Il dosha di un bambino è il suo codice energetico.
Questi dosha sono divisi in 3 categorie un po ‘sovrapposte: Kapha (pesante, lento, costante e forte), Pitta (caldo, medio, intenso, infuocato) e Vata (sottile, leggero, arioso, secco, mutevole).
Quando i genitori conoscono la combinazione unica di Vata, Pitta e Kapha del loro bambino, possono anticipare i problemi e aiutare i loro figli a muoversi attraverso le loro esperienze individuali di sonno.
Proprio il comportamento del sonno è spesso uno dei primi indizi del dosha di un bambino.
♦ I bambini dominati dai Vata tendono ad apparire come “stressati”, difficili da far addormentare perché tendono verso l’attività. Sono anche i meno propensi a rimanere addormentati durante la notte e sono inclini agli incubi.
Dato che il suono è l’elemento dominante per i bambini Vata, i genitori dovrebbero tenere un bambino assopito in uno spazio molto silenzioso.
♦ I bambini Pitta tendono ad essere ricchi di energia, inclini alla rabbia e spesso dormono profondamente e velocemente. Anche i bambini Pitta si svegliano poco dopo essersi addormentati e spesso hanno molta fame.
♦ I bambini dominanti da Kapha tendono ad essere pacifici, dolci e talvolta letargici. Sono anche i migliori dormienti. Questi bambini tendono ad addormentarsi facilmente e dormono profondamente. Potrebbero anche aver bisogno di una sveglia al mattino.

Spero che questo mio post possa essere utile a tanti genitori che desiderano tornare a dormire serenamente

ed essere carichi di energia per affrontare bellissime (ma faticose) giornate con i loro piccoli.

 

Non esitate a contattarmi per avere maggiori informazioni.

Alberto

Copyright © 2022 Media Service Italia SEO & Web Design by Media Service Italia. Hosted by Media Hosting Italia